sabato 22 marzo 2014

Val Sangone Freeride Paradise



Con i giusti apporti di neve, la Val Sangone non delude.
Un inverno ben speso, a due passi da casa.

La trilogia delle Care: Pajet, Meinard e l'ultima senza nome. Tutte su mamma Aquila.
Aquila

Battitura nel tardo pomeriggio

Loson - Sperone ENE. Alpinata super.


Punta Lago Nord, due discese su due differenti valloni: Ricciavré e Balma.
Prima discesa lungo il canalone SE, seconda sulla pala Sud.

A cannone nel vallone del Ricciavré
La pala

Anziani alla macchina.

Rocca Rossa, in un angolino poco evidente due discese plein nord commoventi.

Rocca Rossa


I picchi del pagliaio, quest'anno mi sono sfuggiti.
L'Uia, discesa dal versante nord, l'ultima farina della stagione (forse).



Punta del Lago sud, bella bella.


Ma soprattutto, una cosa che non manca mai e poi mai dalla Val Sangone è la Boschina.
W la boschina!
La Bruri! (Erica)

Castagni e faggi
Betulle, faggi.


Betulle, gasìe.


Nessun commento:

Posta un commento