martedì 1 gennaio 2013

Couloir Bianco - versante NE


  • Quota partenza (m): 1714.
  • Quota vetta (m): 2986.
  • Dislivello complessivo (m): 1272.
  • Difficoltà: 4.1 E2.
  • Prima salita: ?? AC/DC. 
  • Località partenza: Pian della Regina (Crissolo, Cuni).
  • Tempo totale impiegato 6 h.
  • In compagnia di Gianni.

Chi ben comincia è a metà dell'opera.
Per quest'anno, Capodanno un po' più ripido del solito. 

Dopo un paio di giornate maffe, caghetta e tosse, concludiamo una gita con i fiocchi.

Mercoledì scorso cima del Bosco in condizioni o-sce-ne, poca neve e brutta. Si torna indietro.
Il Gianni batte traccia.
Domenica invece, ci si da all'alpinismo invernale, meta coperta da ermetico segreto militare (per ora); ovviamente per il teorema della massima sfiga si riesce a trovare poca neve insieme a placche a vento con accumuli in alcune zone. E si torna di nuovo indietro.   

Il 2012 finisce così.

Le condizioni secche in tutta la zona alpina occidentale però, sono favorevoli a qualche gita di ripido nei canali del Viso. Negli scorsi giorni viene sciato il Couloir Bianco, neve Kompressor e no accumuli. Tentiamo.

Il meteo sembra dare ancora una finestra di bel tempo per oggi, in particolare per l'intera mattinata. Dal pomeriggio e per la giornata di domani sono attese perturbazioni. Visto che il 3 si taca turna a travaié, abbiamo tentato il colpo a Capodanno. Ed è andato. 



Foto Poser: ne ho dovute fare millemila per centrare sia il canale che
il sottoscritto!
Partenza da Pian della Regina alle 7, temperatura -2.
La salita si svolge senza intoppi, almeno fino a quando mi accorgo di aver dimenticato i rampant a casa. Fanculo. 

Sulla traccia che conduce ai pianori superiori a Pian del Re, la neve è particolarmente gelata. Probabilmente, nei giorni avanti, ha trasformato e durante la notte è diventata giasa. Pace e bene riesco a salire lo stesso, tolgo la split per alcuni metri e si passa tranquillamente.

la traccia.
Anche il Gianni, tra un cristo e l'altro passa quei due o tre tratti più duretti. Certo che farsi male per 2 metri di ghiaccio su un sentiero a Pian del Re è proprio da piciu. Poi come spieghi a casa il: "mamma/papà/moglie/marito mi sono smarmellato lungo il sentiero vicino alla macchina", eh cazzo... per forza che poi non ti crede.

In due ore siamo all'attacco del conoide, la neve è leggermente ventata, ma il grip è buono. In breve siamo all'ingresso del canale. Qui il vento deve avere lavorato anche la notte di San Silvestro perché la traccia è sparita, POF.

Non ho voglia di ghisarmi le gambe con la split a far inversioni e decido di salire a piedi in full frontal. Il gianni poco dopo mi segue, le sue pelli non attaccano e, in due, battiamo la traccia alternandoci. 

Nel canale la neve è bella compressa, buon grip, si sale tranquilli senza ramponi. In alcuni tratti ci sono degli accumuli che ci fanno rallentare: si sprofonda fino alle ginocchia.

si vede l'uscita a dx.


Gli ultimi metri sotto la cornice sono più duri, senza ramponi non si sale "in sicurezza". Ovviamente mi sono dimenticato di regolarli e ho la lunghezza fissata per gli scarponi da Alpinismo. Con una picca e qualche acrobazia passiamo, sono le 11:30. Viste le cattive condizioni e la nostra tecnica discesistica non impeccabile, scendiamo alcuni metri a ritroso e, scavando una tampa, ci prepariamo per la discesa vera e propria.

Parto con la lamina front e dunque la prima curva è quella, più critica, sulla lamina back, ma no problem,  la farina compressa aiuta, le prime curve si chiudono fluide. Anche il Gianni parte deciso. Oggi ha portato gli scietti da fondo, niente Apache Coomba chissà come mai.

La parte superiore è perfetta, mentre nella parte mediana incontriamo qualche zona ventata e qualche pietra. La pendenza scende sui 40 gradi e all'uscita del canale, sul conoide, si è credo sui 30-35. Per tutto il pendio basale si tirano delle belle curve; anche sui pianori antistanti Pian del Re la neve, portante e dura, risulta più che divertente. 

Buon Anno!
La restante discesa è da rompi gambe, neve beton e traverso eterno, prima fino a Pian del Re e poi lungo i 5 km di strada che conducono a Pian della Regina. Ma pazienza. Arrivati alla Gianni's car alle 13.

Ritorno alla caccia di un bar per una birra e un panino... 

Il primo è tutto chiuso!



Nessun commento:

Posta un commento